Collezioni scientifiche del Ginnasio liceo “Giovanni Prati”

Il Ginnasio liceo “Giovanni Prati” di Trento è la più antica scuola del Trentino e può vantare una storia pluricentenaria ben documentata. Vi è stata raccolta una collezione di strumenti scientifici e di reperti biologici e minerali di grande importanza

Collezione di farfalle [ Ginnasio Liceo “Giovanni Prati” ]

Il Ginnasio liceo “Giovanni Prati” di Trento è la più antica scuola del Trentino e può vantare una storia pluricentenaria ben documentata.

Nel corso della sua lunga vita è stata raccolta una collezione di strumenti scientifici e di reperti biologici e minerali che non ha uguali o quasi quantomeno a livello provinciale. È in particolare nel corso del XIX secolo che la solerzia e le capacità organizzative dei docenti incaricati di insegnare le materie legate alla cosiddetta “storia naturale” hanno consentito di radunare una ricca messe di materiali che venivano utilizzati per arricchire le lezioni e facilitare l’insegnamento. Animali imbalsamati o conservati in alcool, reperti osteologici, cristalli e minerali, riproduzioni debitamente ingrandite di organi e apparati biologici, tavole parietali che illustrano l’anatomia e la fisiologia degli esseri viventi o i loro cicli biologici, numerose apparecchiature utilizzate per illustrare i principali fenomeni fisici, sono il lascito prezioso di quel periodo di fecondo arricchimento delle collezioni scolastiche. Una parte significativa dei materiali possiede valenze scientifiche e estetiche di assoluto rilievo.

La bravura degli abili artigiani che li hanno confezionati e la cura anche dei minimi particolari che essi hanno riposto nelle loro creazioni rendono tali manufatti dei piccoli capolavori nel loro genere.La collezione naturalistica comprende circa 500 oggetti per lo più appartenenti al XIX secolo e fra questi modelli micologici provenienti da Praga, una serie di modelli di Botanica costruiti a Breslavia e una ricca collezione zoologica che comprende 238 animali imbalsamati o conservati in alcool (33 Pesci, 86 Uccelli, 74 Mammiferi e altro)La collezione del gabinetto di fisica conserva 400 strumenti che la rendono una delle più importanti raccolte di apparecchiature didattiche ottocentesche reperibili in Italia. La collezione di mineralogia ha avuto origine dal 1812 ed è costituita da 2000 campioni. Di grande rilievo è la collezione ottocentesca di tavole parietali di natura scientifica prodotte per lo più in Germania e in Francia (235 tavole o tabelloni).

Il fondo cartografico invece è composto da duecento carte geografiche che risalgono al XX secolo.Il valore delle collezioni possedute dal Ginnasio liceo “Giovanni Prati” di Trento è attestato anche dalla loro catalogazione nell’ambito di un “Progetto Strategico relativo ai beni culturali di interesse storico-scientifico” finanziato negli anni 1990 dal Consiglio nazionale delle ricerche che è sfociata in una specifica e preziosa pubblicazione: Renato G. Mazzoleni (a cura di).

Le collezioni scientifiche del Ginnasio Liceo “Giovanni Prati” di Trento. Ginnasio liceo “Giovanni Prati”, Trento 1997.La biblioteca del Liceo vanta un patrimonio di 30.637 volumi: da una raccolta di preziosi incunaboli e cinquecentine alle ultime novità editoriali, è collegata alla rete del Catalogo bibliografico trentino ed è frequentata da docenti ed alunni della scuola, studiosi e studenti universitari.

Il Liceo è dotato di una serie di vetrine espositive con cartelloni esplicativi degli oggetti esposti.

visitabile: sì

apertura

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
10:00-12:00 10:00-12:00 10:00-12:00 10:00-12:00 10:00-12:00 10:00-12:00